CrowdStrike 24 ore SPA

 

GTWC: Garage 59
Si uniranno alla squadra britannica per la CrowdStrike 24 ore di SPA 2024
James Baldwin e Chris Salkeld che si uniranno a Nicolai Kjaergaard e Mark Sanson sulla McLaren 720s GT3 Evo#158 in classe Bronze Cup.Chris Salkeld sostituisce Lewis Proctor e rimarrà per l’intera stagione                            nell’Endurance Cup.Mentre il vincitore del in
carica del titolo britannico in GT4 ProAm si unisce per la prima                            volta al team.
Garage 59 da il tornato al pilota portoghese Miguel Ramos dopo aver saltato i
primi 3 round,si unirà a Louis Prette e Adam Smally sulla McLaren 720S GT3 Evo #188
dove si unirà il pilota ufficiale McLaren Marvin Kirchhöfer per la CrowdStrike 24 ore SPA
in classe Bronze Cup.
Rimane invariato l’equipaggio che parteciperà in classe Pro Cup con la McLaren 720S GT3 Evo#159
composto da Tom Gamble,Benjamin Goethe,e Dean Macdonald.

CrowdStrike 24 ore SPA

Jacky Ickx è stato nominato starter ufficiale della CrowdStrike 24 ore SPA 2024
nell’anno del centenario.
L’ex pilota belga ha conquistato una vittoria quella che allora si chiamava 24 ore di Francorchamps,in coppia con Hubert Hahne con la BMW 2000TI nel 1966
sua unica vittoria nella 24 ore di Spa-Francorchamps.
Il nativo di Bruxelles si è classificato 2 volte al secondo posto nel mondiale di F.1,2 volte campione del mondo                   Endurance con la Porsche
inoltre vincitore per 6 volte della 24 ore di Le Mans,e vincendo una Parigi Dakar nel 1983.
Testo Roberto Beretta-Foto SRO

GTWC Endurance

Nell’anno del centenario dell CrowdStrike 24 ore di SPA, la prima edizione si svolse nel 1924,confermata la presenza di 67 vetture GT3.

Nove i costruttori presenti Aston Martin,Audi,BMW, Ferrari,Ford,Lamborghini, Mercedes McLaren,Porsche,nelle 5 classi presenti,

Nella classe PRO Cup sono presenti 24 vetture,nella Bronze Cup sono 22 le vetture iscritte,in Silver Cup conta 10 vetture, 6 Vetture in Gold Cup e 5 in Pro Am Cup.

Mercoledi 26 giugno le auto si porteranno nel centro di SPA per la sfilata dove i numerosi fans potranno ammirare da vicino le vetture chiedere autografi ai piloti e i vari gadget che i team mettono a disposizione.

                                                                                                                                                                  Testo Roberto Beretta

Campionato Italiano Gran Turismo

A Vallelunga trionfo di  Leclerc-Fisichella-Mosca (Ferrari 296 GT3) nella prima prova del Campionato Italiano Gran Turismo Endurance

L’equipaggio della Scuderia Baldini ha preceduto l’Audi R8 LMS di Aka-Delli Guanti-Mazzola e la BMW M4 GT3 di Comandini-Guerra-Denes. Nella GT cup vittoria di Segù-Caiola (Lamborghini Huracan ST Evo2

E’ dell’equipaggio composto da Arthur Leclerc, Giancarlo Fisichella e Tommaso Mosca (Ferrari 296 GT3) la vittoria nel primo round del Campionato Italiano Gran Turismo Endurance. Nella gara di tre ore i portacolori della Scuderia Baldini sono saliti sul gradino più alto del podio precedendo di 5.800 Aka-Delli Guanti-Mazzola (Audi R8 LMS-Tresor Audi Sport Italia) e di 10.213 Comandini-Guerra-Denes (BMW M4 GT3-BMW Italia/Ceccato Racing Team),  mentre nelle sottoclassi si sono imposti Sandrucci-Ferrari-Bencivenni (Mercedes AMG GT3-Antonelli Motorsport) nella GT3 PRO-AM e Colavita-Riccitelli-Ulrich (Ferrari 488 GT3 Evo 2020-Double TT Racing) nella GT3 AM.

Nella classe GT Cup 1^ Divisione, riservata alle Ferrari e alle Lamborghini, si sono aggiudicati la prima gara della stagione, nella PRO-AM Segù-Caiola (Lamborghini Huracan ST Evo2-DL Racing) mentre nella AM i compagni di squadra Gattuso-Mainetti-Riva. Nella 2^ Divisione, riservata alle etture Porsche, le vittorie sono andate a Berton-Laurini-Peroni (Racevent) nella PRO-AM e a  Van Der Slot-Buratti nella AM, tutti su Porsche 992 GT3 Cup.

 

GT3: E’ stato davvero un trionfo per l’equipaggio della Scuderia Baldini la prima prova stagionale della serie di durata, disputata sul tracciato di casa e alla presenza di miglia di appassionati. La vittoria di Leclerc-Fisichella-Mosca non è mai stata in discussione, nonostante due FCY e safety car che hanno neutralizzato la gara, tuttavia i portacolori della Scuderia Baldini  in entrambi i restart sono stati pronti ad allungare sugli inseguitori. Fisichella, alla ripartenza nell’ultimo stint, ha subito guadagnato secondi preziosi e sotto alla bandiera a scacchi ha chiuso al comando  davanti all’Audi R8 di Aka-Delli Guanti-Mazzola e alla BMW M4 di Comandini-Guerra-Denes, che ha contenuto nel finale il ritorno della seconda Audi di Moncini-Cola-Van Berlo. I portacolori di Tresor Audi Sport Italia sono stati autori di una gara fantastica e, dopo essere risaliti dalla 18^ posizione di partenza, hanno terminato la gara a 4 decimi dal podio e davanti alla Lamborghini Huracan GT3 Evo2 (VSR) di Cazzaniga-Di Folco-Liberati.

La GT3 PRO-AM è stata vinta da Sandrucci-Ferrari-Bencivenni, al volante della Mercedes AMG GT3, ma la prestazione dei piloti dell’Antonelli Motorsport è stata esaltata ulteriormente da due grandi stint di  Ferrari, rientrato nel GT italiano. Glia altri due gradini del podio della PRO-AM hanno visto la  presenza di Stadsbader-Fabi (Lamborghini Huracan GT3 Evo2-VSR) e di  Bracalente-Donno (Ferrari 488 GT3 Evo 2020), grazie ad tre ottimi stint del giovane pilota pugliese che ha permesso all’equipaggio dell’AF Corse di mantenersi per tutta la gara a contatto

con i primi.

Al settimo posto assoluto hanno concluso Fulgenzi-Galbiati (Porsche GT3 R-EF Racing), mentre la top ten è completata dal terzo equipaggio del VSR, Moulin-Tribaudini-Guidetti, che ha terminato la gara davanti a Ponzio-Gai-Mac (Ferrari 296 GT3-AF Corse) e Rogalski-Gilardoni-Deledda (Lamborghini Huracan GT3 Evo2-Imperiale Racing).  Nella GT3 AM, invece, il gradino più alto del podio lo hanno guadagnato Colavita-Riccitelli-Ulrich al volante della Ferrari 488 GT3 Evo 220 della Double TT Racing, precedendo le due Honda NSX GT3 della Nova Race di Marchetti-Ferri-Bodellini e Magnoni-Ciglia-Massaro.

GT Cup: Per DL Racing il primo week end agonistico della serie Endurance ha registrato il doppio successo dei propri equipaggi nelle due sottoclassi. Nella 1^ Divisione PRO-AM il successo di Segù-Caiola (Lamborghini Huracan ST Evo2) è arrivato grazie a tre fantastici stint del 24enne pilota comasco che ha permesso loro di chiudere la gara davanti alle due Ferrari 488 Challenge Evo2 di Demarchi-Patrinicola-Di Mare (Best Lap) e Risitano-Schofield-Attianese (SR&R).

Nella AM, invece, la vittoria di Gattuso-Mainetti-Riva è stato facilitato dal ritiro per un problema elettrico al 78° giro, mentre era al comando, dell’equipaggio Clementi Pisani-D’Auria-Bolger (Lamborghini Huracan ST Evo2-HC Racing Division), che ha permesso a Marzialetti-Agoglia-Postiglione (Ferrari 488 Challenge Evo2-Best Lap) di conquistare il secondo gradino del podio.

Nella 2^ Divisione, riservata alle Porsche GT3 Cup, è arrivata una prestazione maiuscola di Berton-Laurini-Peroni (Racevent), primi della PRO-AM davanti a Nicolosi-Di Benedetto-Cazzaniga (Ebimotors), mentre nella AM si sono imposti Van Der Slot-Buratti (EF Racing) precedendo i due equipaggi dei Centri Porsche Ticino, Presezzi-Busnelli-Jacoma e Knez-“Hash”-Fontana.

                                                                                           Testo e Foto ACI SPORT

Campionato Italiano Gran Turismo

Vallelunga,  Leclerc-Fisichella-Mosca (Ferrari 296 GT3) dominano le prove ufficiali e conquistano la prima pole della stagione

Nella GT Cup il miglior tempo è stato conquistato da Segù-Caiola (Lamborghini Huracan ST Evo2). Domani la gara di tre ore scatterà alle ore 15.30 e sarà trasmessa in diretta da Acisport TV e su tutte le piattaforme social del campionato.


A Vallelunga si apre con la prima pole della stagione il Campionato Italiano Gran Turismo Endurance per la Scuderia Baldini, grazie ad un’ottima prestazione nelle tre sessioni di prove ufficiali di Leclerc-Fisichella-Mosca. Il 23enne monegasco e il pilota romano francese hanno dominato le rispettive sessioni, mentre il pilota lombardo ha chiuso in seconda posizione a causa della pista sporca in più settori.

L’equipaggio della compagine romana con il tempo di 4’34.004 ha preceduto di 1 secondo e mezzo Comandini-Guerra-Denes (BMW M4 GT3-BMW Italia/Ceccato Racing Team), che domani nella prima gara della stagione si posizioneranno in prima fila, mentre dalla seconda linea scatteranno Aka-Delli Guanti-Mazzola (Audi R8 LMS-Tresor Audi Sport Italia) e  Fulgenzi-Galbiati (Porsche  GT3R-EFR).

In terza fila troveranno posto Bracalente-Donno (Ferrari 488 GT3 Evo 2020-AF Corse), con il giovane pilota pugliese bravo ad ottenere il miglior tempo assoluto delle tre sessioni, e l’equipaggio  Cazzaniga- Di Folco-Liberati (Lamborghini Huracan GT3 Evo2-VSR), davanti alla Mercedes AMG GT3 di Sandrucci-Ferrari-Bencivenni  (Antonelli Motorsport) e alla seconda BMW M4 GT3 di Cassarà- De Luca Nilsson che andranno a schierarsi in quarta fila precedendo  la Ferrari 296 GT3 di Ponzio-Gai-Mac (AF Corse)  e la Lamborghini Huracan GT3 Evo2 di Stadsbader-Fabi (VSR).

Nella GT Cup il miglior tempo della 1^ divisione Pro-AM è andato a Segù-Caiola (Lamborghini Huracan ST Evo2-DL) che hanno chiuso con il tempo di 4’44.605, mentre nella AM hanno siglato il best lap Clementi Pisani-D’Auria-Bolger (HC Racing Division). Nella 2^ Divisione PRO-AM si sono imposti Berton-Laurini-Peroni (Porsche 992 GT3 Cup-Racevent), mentre nella AM hanno chiuso con il miglior tempo Presezzi-Busnelli-Jacoma (Porsche 992 GT3 Cup-Centri Porsche Ticino).

Hanno detto:

Fisichella: Macchina perfetta, il team ha fatto un ottimo lavoro, abbiamo trovato il miglior bilanciamento del week end, pista scivolosa

Leclerc: sono contento della mia prestazione, la macchiana andava molto bene anche se ho trovato molto traffico

Mosca: sono contento per la pole complessiva anche se a me è mancato qualcosa, ho trovato la pista sporca in più punti, ma va bene così, la gara è domani.

Segù: Tutto bene anche se il mio giro non è stato perfetto, ho sbagliato all’ultima curva

Caiola: Nella mia sessione ho sbagliato al tornantio e mi sono girato, fortunatamente non ho accusato gravi danni alla vettura, ma abbiamo dovuto cambiare una gomma.

Testo e Foto ACI GT

WEC

FIA World Endurance Championship:Presentato il calendario 2025
A Le Mans è stato annunciato il calendario 2025 del FIA World Endurance Championship.
Il programma del WEC 2025 è stato ufficializzato  dal                                                FIA World Motor Sport Council.
Mondiale che si svolgerà su 8 gare tra Medio Oriente,Brasile, Stati Uniti,Asia, Giappone e Europa.
Confermata la gara all’Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola che ha rinnovato il contratto per altri 4 anni con il sindaco Marco Panieri,impegnandosi a realizzare migliorando le infrastrutture del paddock e realizzando nuovi box.
Il mondiale partirà da Doha in Qatar nel mese di febbraio con il Prologue (Test Pre Stagionali)
e di seguito il primo round la 1812 KM del Qatar.Il mondiale si sposterà in Europa con il secondo                        round la 6 ore di Imola a aprile,terzo round a maggio la 6 ore di Spa-Francorchamps,
quarto round la 24 ore di Le Mans in Francia.Il mondiale nel mese di luglio svolgerà in
Brasile per disputare il quinto Round,un mese di pausa poi il mondiale nel mese di settembre
si porterà negli Stati Uniti per disputare il sesto round ,settimo round a ottobre  in                                                     Giappone per la 6 ore,il mondiale si concluderà nel mese di novembre in Bahrain
dove si disputa la 8 ore di seguito i Rookie test concluderanno la stagione 2025.
La griglia di partenza aumenterà portando a 40 vetture tra Hypercar e LMGT3
Nella classe regina saranno 20 le vetture ammesse tra LMH e LMDh ogni team  ufficiale                                                dovrà schierare 2 vetture minimo per totalizzare punti nella loro classifica.
Quelle addizionali saranno inserite nel FIA World Cup for Hypercar Teams dedicata
ai team privati.
                                           Testo Roberto Beretta

WEC 24 Ore Le Mans

WEC:Ferrari nuovo capolavoro alla 24 ore dei Le Mans                                                                                                Per il secondo anno consecutivo la Ferrari 499 P Hypercar trionfa alla 24 ore di  Le Mans.                                      In condizioni meteo variabili  Antonio Fuoco,Miguel Molina,Nicklas Nielsen
con la Ferrari 499 P Hypercar #50(Ferrari AF Corse) hanno ottenuto un splendida vittoria   nel terzo round del FIA World Endurance Championship.
Nielsen ha condotto uno stint finale con un problema alla portiera e a
un’indagine per rilascio non sicuro ai box,per conquistare la seconda vittoria
consecutiva della Ferrari 499 P Hypercar a Le Mans.

Nelle  ultime ore di gara con condizioni meteo insidiose Nielsen si porta al comando
della gara  guadagnando vantaggio sul gruppo degli inseguitori che si era ricompattato  dopo le safety car del mattino causa il maltempo e vari incidenti.

La Toyota GR010 Hybrid Hypercar#7 (Toyota Gazoo Racing)con Jose.Maria Lopez negli ultimi pit stop ha cercato di inseguire Nielsen,senza riuscirci,concludendo  la gara in seconda posizione con i compagni di squadra Kamui Kobayashi e Nick de Vries.

Lopez nei tentativi di superare Nielsen è incappato in un testa coda ma non pregiudicava la                              seconda posizione.

Terzo gradino del podio per Antonio Giovinazzi,,Alessandro Pier Guidi,James Calado
con la Ferrari 499 p Hypercar #51 (Ferrari AF Corse).
LMGT3

Morris Schuring, Yasser Shahin e Richard Lietz con la Porsche 911 GT3 R LMGT3 #91
(Manthey Ema) sono i primi vincitori a Le Mans in categoria LM GT3 a Le Mans.
Secondo gradino del podio  per Darren Leung,Augusto Farfus e Sean Gelael con
la BMW M4 LMGT3 #31 (Team WRT).Completano il podio  Giorgio Roda,
Dennis Olsen,Mikkel Pederen con la Ford Mustang LMGT3 #88
(Proton Competition).Primo podio assoluto per la Ford Mustang LMGT3 a Le Mans.

LMP2

Olivser Jarvis,Bijoy Garg e Nolan Siegel con l’Oreca 07 Gibson #22 (United Autosports)sono i vincitori di categoria della 92° edizione della 24 ore di Le Mans.
Secondo gradino del podio Vladislav Lomko,Clèment Novalak e Jakub Smiechowski    con l’Oreca 07 Gibson #34 (Inter Europol Competition).                                                 Completano il podio Paul Lafargue,Job  Van Uitert e Reshad De Gèrus con l’Oreca 07 Gibson #28 (Idec Sport).


 Testo Roberto Beretta -Foto WEC
05_ClassificationByCategory_Race_Hour 24 kk (1)sgfnsgfnf (1)

Motonautica Raid Pavia Venezia

                                                                                                                                                                                           Motonautica:Raid Pavia Venezia la 71°Edizione da brividi:partenza ritardata,temporali e piena dell’Adige
Il 10 volte campione del mondo F.1 Inshore di Motonautica Guido Capellini
a conquistato per il secondo anno consecutivo il Raid Pavia Venezia,
Raid Raid più lungo al mondo con i suoi 413 KM.                                                                                     
Organizzato dalla Associazione Motonautica Pavia (AMP)
in collaborazione con  l’Associazione Motonautica Venezia (AMV) sotto l’egida
della Federazione Italiana Motonautica (FIM).

Non ostante le difficoltà il Raid 2024  la competizione hanno partecipato 148 equipaggi
provenienti da tutto il mondo.

 Cappellini attuale Team Manager del Team Abu Dhabi con un catamarano DAC Mercury F.1 era partito con l’0bbiettivo di stabilire il nuovo record,ma la sua gara è stata condizionata da
una serie di fattori.La partenza ha subito un ritardo di  oltre 90 minuti causa problemi
di messa in acqua delle imbarcazioni,in oltre nel primo tratto di gara un forte temporale
con grandine ha costretto i piloti  a ridurre la velocità per problemi di visibilità.
In questa fase un legno danneggia l’elica della Dac #74 di Cappellini costringendolo
ad una sosta forzata a San Nazzaro d’Ongina per sostituirla.
Record ancora detenuto da Dino Zantelli nel 2006 con la Clerici Mercury F.1
in 1h.53 45.39. media 199,34,mentre il record assoluto nel 2025  alla media di
203.341 Km h in 1h 44.45.
Causa la piena dell’Adige il traguardo è stato spostato a Porto Viro con
Guido Cappellini taglia il traguardo nella classifica generale in prima posizione in
1h 45.39 alla media di 199,34 Km h.Seconda posizione per Gianluca Roda e
Andrea Roda scafo da Diporto Albatro Mercury dello (Yachting Club Como-Mila)(CVC)

Terzo gradino del podio per Cristian Cesati e Dario Buchli con scafo
Diporto Albatro Mercury(Club Nautico Gabbiane).
L’evento motonautico è stato realizzato grazie al sostegno di Regione Lombardia,
della Camera del Commercio di Pavia e del comune di Pavia,della Regione Emilia Romagna
della Regione del Veneto e del comune di Venezia e dell’Azienda Internazionale per il
fiume Po.
Testo Roberto Beretta

GTWC Sprint Misano

GTWC Sprint Misano Gara2:Wertees/Vanthoor vincono gara 2 Team WRT festeggia il weekend al top

La gara svoltasi in notturna a Misano Dries Vanthoor e Charles Weerts con la BMW M4 GT3#32 (Team WRT) si assicurano la vittoria.
Alla partenza al semafero verde nelle prime posizioni filava tutto liscio,ma subito un brivido nelle ultime posizioni quando la Porsche 911 GT3 R #44 (Schumacher CLRT) nell’ultima curva va in testa coda andando a muro coinvolgendo leggermente l’Aston Martin Vantage #21,incidente che ha chiesto l’entrata della Safety Car,laLamborghini Safety ragruppava le vetture prima del termine del primo giro.Alla ripartenza il pilota belga Weerts con la BMW#32 è al comando precedendo        Auer con la Mercedes AMG GT3 Evo#48 (Winward Racing Team Mann-Filter) e Giacomo Altoè con la Ferrari 296 GT3#69 (Emil Frey Racing).Nei pit stop Wertees lascia la vettura a Vanthoor che esce in seconda posizione dietro alla Mercedes #48

ma  davanti alla Ferrari #69.Quando Vanthoor prende il comando sembrava raggiungere la vittoria,ma  faticava a staccarsi dalla Mercedes #48 condotta    da Engel dopo i pit stop,a sua volta attaccato dall’altra
BWW#46 condotta da Martin.in questa fase di gara Engel doveva più difendere la seconda posizione che attaccare per la prima.Strategia ideale per Vanthoor che tagliava il traguardo sotto la bandiera a scacchi in prima posizione con circa 2 secondi di vantaggio sulla Mercedes #48 di Engel arrivato in volata con Martin con la BMW#32 in terza posizione.
 PRO CUP :Team WRT al Top
Prima posizione per Charles Wertees Dries Vanthoor con la BMW M4 GT3#32 (Team WRT)
Seconda posizione per Maro Engel Lucas Aurer con la Mercedes AMG GT3 Evo#48                                                (Winward Racing Team Mann-Filter)
Terzo gradino del podio per Valentino Rossi e Maxime Martin con la BMW M4 GT3 #46 (Team WRT).
SILVER CUP
Seconda vittoria consecutiva per Calan Williams e Sam De Haan con la BMW M4 GT3 #30(Team WRT)
Secondo gradino del podio per Ivan Klymenko e Gilles Stadsbader con l’Audi R8 LMS GT3 Evo II#26 (SaintèLoc Racing)completano il podio Jef Machiels e Sean Hudspeth con la Ferrari 296 GT3 #52 (AF Corse).

   

GOLD CUP : 3 Audi  a podio Simon Gachet e Lucas Légeret con l’Audi R8 LMS GT3 Evo II #111(CSA Racing) sul gradino più alto del podio con oltre 10 secondi di vantaggio.seconda posizione per Lucas Engstler e Max Hofer con l’Audi R8 LMS GT3 Evo II #6                                                        (Liqui Moly Team Engstler by OneGroup).Paul Evrard e Gilles Magnus con  l’Audi R8 LMS GT3 Evo II             #25 (SaintèLoc Racing)completano il  podio.
BRONZE CUP
Edward Cheever e Jonathan Hui con la Ferrari 296 GT3 #93  (SKY Tempesta Racing) si aggiudicano il gradino più alto di classe.
Secondo gradino del podio per Dan Harper e Darren Leung con la BMW M4 GT3#991 (Century Motorsport)
Completano il podio Ugo De Wilde e  Dmitriy Gvazava con la Lamborghini Huracàn GT3 Evo2#85 (Imperiale Racing) che si assicurano il secondo podio del weekend.                                                                                                                                                                                                                           Fanatec GTWorldChEu pwrd by AWS Sprint Cup_Race 2_ResultList_1-0 (1)                                                                                                                                                                                                                   Testo e Foto Roberto Beretta

GTWC Gara1 Misano

GTWC Sprint Misano: Gara1:  Vincono Rossi e Martin con la BMW Team WRT
Valentino Rossi e Maxime Martin con la BMW M4 GT3 #46 (Team WRT) vincono gara1
a Misano del secondo round del Fanatec GT World Challenge Europe Powered by AWS Sprint Cup
Partito dalla pole Martin manteneva il comando della gara,precedendo Marvin Dienst con la Porsche 911 GT3 R
#54(Dinamic GT) superando prima la Ferrari 296 GT3#14 (Emil Frey Racing) condotta da Ben Green e
Mattia Drudi con Aston Martin Vantage AMR GT3 #007(Contoyou Racing).Al termine del primo giro
Vanthoor con la BMW M4 GT3#32 (Team WRT) passa in quarta posizione.Vanthoor cercava di di raggiungere
il compagno di Team Martin,ma doveva superare Green con la Ferrari che riusciva a difendere la posizione
per alcuni giri,poi Vanthoor riusciva a superalo passando in terza posizione per andare all’attacco di Dienst
in seconda posizione a 2 secondi dal leader Martin.
Il pilota tedesco della Porsche veloce già sia nelle libere che nelle pre-qualifiche riusciva a tenere dietro Vanthoor.
Martin con la BMW #46 perdeva leggermente tempo,decidevano di anticipare la sosta per i pit stop,mentre
Vanthoor guadagnava tempo prezioso.Le soste delle due BMW sono state entambe veloci con la #32 riusciva
a gudagnare pochissimo sulla #46 condotta da Rossi che manteneva il comando della gara,con 3 secondi di
vantaggio su Weerts,passato in seconda posizione.La BMW#32 con Weertes con una forte velocità rendeva difficile         la vittoria a Rossi.Quando si è avvicinato alla BMW #46 il pilota belga per un momento sembrava che
poteva passarlo quando si affiancava sul rettilineo.Rossi  ha supportato la battaglia nelle fasi finali tagliando
il traguardo sotto la bandiera a scacchi in prima posizione,con i fans che lo acclamavano a gran voce.

PRO CUP
Al traguardo in Prima posizione Valentino Rossi Maxime Martin con la BMWM4 GT3#46(Team WRT)
Seconda posizione per Dries Vanthoor e Charles Weerts con la BMW M4 GT3 #32 (Team WRT)
Terzo gradino del podio dopo una splendida rimonta in gara in griglia con 11°tempo   Giacomo Altoè e Thierry Vermeulen con la Ferrari 296GT3#69(Emil Frey Racing).
                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                               

 SILVER CUP
Calan William e Sam de Haan con la BMW M4 GT3 #30(Team WRT) vincono la gara di classe seconda gradino del podio per Jef Machiels e Sean Hudspeth con la Ferrari 296 GT3#52 (AF Corse)
terzo gradino del podio Magnus Gustavsen e Reece Barr con la Mercedes AMG GT3 Evo#57(Winward Racing).

GOLD CUP

Gilles Magnus e Paul Evard con Audi R8 LMS GT3Evo II#25(SaintèLoc Racing) hanno ottenuto la loro seconda vittoria consecutiva di classe.Seconda posizione per Luca Engstler e Max Hofer con Audi R8 LMS GT3 Evo II #6                                                              ( Liqui Moly Team Engstler by OneGroup).terzo gradino del podio per                           Salih Yoluc e Charlie Eastwood con la Ferrari 296 GT3 # 51

(Racing Team Turkey).


BRONZE CUP
Sul gradino più più alto del podio per Marvin Dienst ePhilipp Sager con la Porsche 911 GT3 R #94 (Dinamic GT)
Secondo gradino del podio per Ugo De Wilde e Dmitriy Gvazava con la Lamborghini Huracàn GT3 Evo2 #85
(Imperiale Racing).Completano il podio Dylan Pereira e Andrey Mukovoz con Audi R8 LMS GT3 EVOII #66
(Tresor Attempto Racing).Fanatec GTWorldChEu pwrd by AWS Sprint Cup_Race 1_ResultList_1-0 (1)
Testo e Foto Roberto Beretta