ORECA

ORECA Magny-Cours sviluppa il suo primo banco prova motori a idrogeno

Come risultato della sua costante attenzione alla modernità e della continua dedizione a progetti innovativi, ORECA Magny-Cours, uno dei principali contributori nel campo della preparazione dei motori, ha cercato di aggiornare uno dei suoi banchi di prova per valutare i motori con tecnologia a idrogeno per produttori, promotori e squadre private a partire dalla fine del primo trimestre 2022.

Vincent Garreau, ORECA Magny-Cours Projects Manager: “A partire da marzo 2022, ORECA sarà in grado di valutare motori con tecnologia a idrogeno su due macchine BORGHI con una capacità di 800 HP e 1000 Nm. Grazie agli strumenti di analisi della combustione di ultima generazione, al nostro ufficio di progettazione e ai partner di simulazione della combustione, l’intero team è entusiasta di sviluppare i motori di domani”.

Il banco di prova dell’idrogeno consentirà ai team ORECA di Magny-Cours di dare una nuova dimensione ai loro progetti e sarà anche messo a disposizione dei principali partner e clienti dell’azienda a supporto dei loro risultati relativi a questa nuova tecnologia.

Parallelamente a questo progetto, e con l’obiettivo di servire il piano di transizione energetica “Dakar Future” lanciato dal rally raid nel 2021, ORECA Magny-Cours sta già lavorando a un futuro motore a idrogeno che può essere montato sui veicoli concorrenti della Dakar nel prossimi anni.

Serge Meyer, Head of ORECA Magny-Cours: “Con il 2022 alle porte, è essenziale per i settori automobilistico e degli sport motoristici sviluppare progetti futuri volti a una mobilità ragionevole e sostenibile. La concorrenza si è sempre rivelata un formidabile laboratorio di ricerca. È con questo in mente e spinto dal desiderio di tutti di contribuire al futuro che ORECA sta investendo nelle nuove tecnologie che alimenteranno i veicoli di domani”.     Fonte:ORECA

Presentazione Ligier JS PX

7 dicembre 2021 – Ligier Automotive entra in una tantum con un primo modello unico con prestazioni incomparabili, la Ligier JS PX. Uno sport-prototipo che riunisce tutte le competenze della casa francese accumulate negli ultimi dieci anni. L’occasione anche per Ligier Automotive di festeggiare i 5 anni del triplo americano con la vittoria assoluta della 24 Ore di Daytona, della 12 Ore di Sebring e della Petit Le Mans con la Ligier JS P2 nel 2016. Design, aerodinamica, preparazione del motore, elettronica, tutto è stato pensato per rendere la Ligier JS PX una vettura eccezionale. Altri modelli unici, sport-prototipi, monoposto o GT, saranno rilasciati a breve.

Dal 2014, Ligier Automotive ha sviluppato una vasta gamma di auto da corsa con il marchio Ligier che vanno dalle monoposto (Ligier JS F3 e Ligier JS F4) ai prototipi sportivi (Ligier JS P4, Ligier JS P3, Ligier JS P320, Ligier JS P2, Ligier JS P217, Nissan DPi) e GT con la Ligier JS2 R. Più di 530 telai hanno lasciato le officine del produttore in Francia e negli Stati Uniti. Oggi il produttore francese rilascia il suo primo modello unico, il Ligier JS PX. Un progetto lanciato all’inizio dell’anno che ha mobilitato tutti i reparti del costruttore (ufficio progettazione, telaio, elettronica, compositi, motore, assemblaggio, lavorazione, funzionamento).

“Con questa vettura abbiamo voluto celebrare le tre vittorie assolute nel campionato americano IMSA WeatherTech SportsCar alla 24 Ore di Daytona, alla 12 Ore di Sebring e alla Petit Le Mans nel 2016 con la Ligier JS P2”, ha dichiarato Pierre Nicolet, Managing Director di Ligier Automotive. Siamo il primo costruttore dalla Ferrari nel 1998 ad aver raggiunto questo triplo nello stesso anno. Dovevamo segnare l’occasione! La Ligier JS PX è una sintesi del nostro know-how, dall’eccellenza francese. Un prototipo sportivo definitivo che prende i codici delle categorie LMP e DPi che saranno sostituite da Hypercar, ma senza alcun limite. Ci siamo liberati da tutte le normative esistenti. Abbiamo anche potuto contare sulle competenze sviluppate in diversi anni al fianco dei maggiori costruttori per progettare e realizzare le loro concept car. »

Uno sport-prototipo con prestazioni incomparabili

La Ligier JS PX, sport-prototipo dalle linee sobrie ed eleganti, ha prestazioni eccezionali. La livrea nei toni del grigio esaltata da tocchi di blu elettrizzante, studiata appositamente per la Ligier JS PX, ne rafforza l’unicità. L’aerodinamica è stata lavorata in CFD per offrire un equilibrio perfetto. Un programma di test di più giorni ha permesso di sviluppare i sistemi ABS, controllo di trazione e prestazioni del motore specifici della Ligier JS PX al fine di offrire un comfort di guida senza pari in ogni circostanza.

Tutta in carbonio, la vettura pesa 910 kg e nasconde sotto il cofano posteriore un motore V6 biturbo preparato dal reparto motori Ligier e che sviluppa 825 cavalli di potenza. Abbastanza per permettere alla vettura di volare fino a 346 km/h sul circuito della 24 Ore di Le Mans per un giro teorico in 3’19”00. La Ligier JS PX diventa così il prototipo sportivo più efficiente e potente mai prodotto dal costruttore francese.

825 cavalli addomesticati dall’autista Olivier Pla

Ligier Automotive ha lavorato con il pilota francese Olivier Pla, che occupa un posto speciale nella storia del costruttore per aver guidato dal 2011 al 2014 a OAK Racing (dal 2019 il team OAK Racing è stato integrato in Ligier Automotive). “Era importante per questo progetto unico circondarci delle persone giuste”, commenta Pierre Nicolet. Regolare il telaio e l’elettronica è la chiave per un’auto di successo. Deve essere efficiente ma anche accessibile in termini di pilotaggio. Ed è qui che entra in gioco Olivier. Ci aiuta a domare la potenza e le prestazioni della Ligier JS PX per creare cuscinetti di utilizzo con diverse impostazioni per ABS, controllo della trazione e potenza del motore. »

Ligier JS PX, Magny-Cours, France 27 novembre 2021 – Photo: Joris Clerc / DPPI

“Con i suoi 825 cavalli, cresce molto duramente, con un sacco di carico”, afferma Olivier Pla. L’obiettivo di Ligier con questo modello era quello di progettare una vettura eccezionale e onestamente a parte una Formula 1, che non è paragonabile, penso che non ci sia una macchina così veloce al mondo in pista. E grazie a tutta l’elettronica di bordo, è facile da guidare ed è rivolto sia a piloti esperti che a gentlemen driver che vogliono vivere un’esperienza simile a quelle della 24 Ore di Le Mans a bordo di una LMP1, ma durante i giorni di pista. »

L’inizio di una gamma di modelli unici

Questo Ligier JS PX è unico. “Questo è un nuovo concetto per noi”, spiega Pierre Nicolet. Un modello unico nello spirito di quelli che alcuni grandi produttori chiamano pezzi unici,ma riservato all’uso ricreativo. Vogliamo promuovere il nostro know-how nella progettazione e produzione di veicoli ad alte prestazioni e nella personalizzazione che possiamo offrire ai nostri clienti per creare la propria esperienza e soddisfare tutte le loro aspettative”.

Questo è l’inizio di una nuova gamma per il produttore francese, che intende sviluppare altri modelli unici riservati al tempo libero per gli appassionati in cerca di sensazioni senza compromettere la sicurezza. Sulla base dei suoi prototipi sportivi, delle sue monoposto o della Ligier JS2 R, le possibilità sono infinite.

La Ligier JS PX sarà in mostra a Portimao dal 7 al 10 dicembre nell’ambito delle giornate di test organizzate dal team Black Falcon. Sarà commercializzato nelle prossime settimane direttamente da Ligier o attraverso la sua rete di partner in tutto il mondo. Un servizio “chiavi in mano” con custodia e funzionamento dell’auto, su base “arrive and drive”, è disponibile anche per offrire un’esperienza unica, puro piacere, al suo proprietario.

Per saperne di più sulla Ligier JS PX, scarica la brochure dal sito web di Ligier Automotive.                                              Fonte:Ligier

Pesentata la nuova Nissan Nismo Z GT500

NISMO ha presentato il sostituto della GT-R GT500. Il produttore fa rivivere la Fairlady Z con la Z GT500.

Dopo una lunga carriera di successo, la Nissan GT-R GT500 lascia il posto alla Z GT500 a partire dalla prossima stagione.

All’inizio degli anni ’70, quando era un nuovo arrivato nel mondo delle corse negli Stati Uniti, Nissan ha ottenuto diverse vittorie consecutive della SCCA C Production Series con la S30 240Z. Negli anni ’90, Nissan ha ottenuto diverse vittorie nella serie IMSA con la 300ZX Z32 e il suo ingresso nella serie JGTC / Super GT con la Z33 negli anni 2000 ha visto aggiudicarsi un campionato.

Ashwani Gupta, COO di Nissan, ha dichiarato: “La Nissan Z GT500 simboleggia lo spirito di sfida e di eccitazione di Nissan. Attraverso i nostri sforzi nelle corse, continuiamo a innovare le nostre auto e stiamo correndo per vincere con la stessa audacia che abbiamo mostrato tante volte nel corso degli anni”.

Il presidente e CEO di NISMO, Takao Katagiri, ha chiarito: “Stiamo entrando nella serie Super GT 2022 con la nostra nuovissima Nissan Z GT500 e la nostra immensa passione per gli sport motoristici. Speriamo che i nostri fan continuino a supportare con passione i team Nissan e NISMO Motorsport. “

Comunicato ORECA

“Un grande onore essere stati scelti dalla Ferrari”

Come annunciato ufficialmente oggi da Ferrari, ORECA Technology – la divisione di costruzione di auto da corsa del Gruppo ORECA – è stata selezionata dal produttore italiano per assemblare e fornire assistenza ai clienti, la nuova generazione di Ferrari GT3 che farà il suo debutto in competizione nel 2023!

Il Presidente del Gruppo ORECA Hugues de Chaunac:

“ORECA è entusiasta e onorata di entrare in una partnership con una leggenda del motorsport come la Ferrari. Sono profondamente grato al Responsabile delle Attività Sportive Ferrari GT, Antonello Coletta, e al suo team per la fiducia che ci stanno dando. Per la prima volta nella sua storia, ORECA collabora con Ferrari per un tale programma, ed è un immenso motivo di orgoglio.

È anche un’enorme responsabilità relativa alla Ferrari e ai suoi clienti poiché il costruttore ha sempre fornito l’eccellenza nelle sue auto da corsa e dobbiamo seguire questa linea in modo impeccabile. È una sfida entusiasmante che motiverà e darà energia a tutti i team tecnici di ORECA Technology coinvolti nel programma. Intendiamo offrire l’ampiezza della nostra esperienza, competenza e “spirito da corsa” al servizio di questa nuova generazione di auto.

Collaborare così strettamente con Ferrari è, a livello personale, la realizzazione di un sogno e la realizzazione per ORECA di un obiettivo a lungo termine per diventare un punto di riferimento globale nella costruzione di auto da corsa e nel relativo supporto clienti.

Sono convinto che ORECA e Ferrari siano alla vigilia di una partnership eccezionale e che produrremo insieme progetti eccezionali”.

Come annunciato anche nel comunicato ufficiale della Ferrari, la nuova Ferrari GT3 scenderà in pista per le sessioni di test nel primo semestre del 2022.                                               comunicato :ORECA

Autodromo Nazionale Di Monza

Nel 2022 il tempio della velocità,L’Autodromo Nazionale di Monza compirà i suoi primi 100 anni.Nel corso dei quali è diventato un’icona per tutti nel mondo del Motorsport Mondiale,e portando economia.In occasione dell’italian Sport Day è stato svelato un logo speciale:quello che celebra il centenario nel tempio della velocità.                 Testo:Roberto Beretta

Ultimate Team

Ultimate Team comferma il passaggio nel mondiale FIAWEC nel 2022,con il programma LM P2 Pro Am con il supporto di Tech1,sulle carte del 22 novembre 2021.Nel 2021 il Team Ultimate ha ottenuto u  terzo posto nell’European Le Mans Series nel nuovo campionato LM P2 Pro Am.Il team Ultimate si è formato nel 2013 dai fratelli Lahaye,Matthieu e Jean Baptiste, accompagnati sin dall’inizio del pilota gentelmen Fracois Heriau,che ha corso per diversi anni nel campionato VdeV.Ultimate Team passa nell’European Le Mans Series 2016 in LM P3,prima con una LigierJS P320 Nissan per poi passare alle nuove Norma M30 Nissan.Si conclude il programma in LM P3 con 6 podi e la vittoria al Paul Ricard nel 2019.Il team francese prende la decisione di non partecipare nel 2020 nell’European Le Mans Series a causa della pandemia.Nel 2021 il ritorno del team nell’European Le Mans Series con l’Oreca 07 Gibson,nella nuova categoria LM P2 Pro Am,ottenendo la vittoria nella prima gara della stagione svoltasi a Barcelona,e altri 4 podi.La loro  partecipazione nel mondiale FIAWEC è stata approvata dal comitato di selezione del WEC.Ultimate Team schiererà l’Oreca 07 Gibson per i piloti,Matthieu Lahye,Jean Baptiste Lahye,e Francois Heriau,e sarà gestita come nell’European Le Mans Series da Tech1 Racing,con Simon e Sarah Abadie,associati all’ex pilota di F.1 Oliver Panis.                                                                                     Foto e Testo:Roberto Beretta

World Rally Championship Monza

Presentato questa mattina nella sala stampa Tazio Nuvolari dell’Autodromo Nazionale di Monza l’ultimo appuntamento del World Rally Championship,(dopo la rinuncia del Giappone causa emergenza sanitaria Covid-19) gara decisiva sia per l’assegnazione del titolo costruttori e piloti.Alla presenza dei presidenti dell’Automobile Club Italia Angelo Sticchi Damiani, di Automobile Club Milano Geronimo La Russa, di Giuseppe Redaelli presidente Sias e del’Autodromo Nazionale di Monza e del direttore dell’evento Antonio Turitto.Angelo Sticchi Damiani presidente dell’Automobile Club d’Italia spiga:”ACI con la sua professionalità e la sua competenza si è messo a disposizione della FIA e ai promotori del campionato Mondiale Rally.La nostra organizazione si è messa i moto per riproporre come nel 2020 il mondiale rally nella splendida cornice dell’Autodromo Nazionale di Monza,e nelle valli Bergamasche.Dal sinergico impegno dell’Automobile Club d’Italia,ACI Sport,ACI Milano,Sias,e con il supporto della regione Lombardia nasce cosi la seconda edizione del Forum8 ACIRallyMonza,gara che lo scorso anno a ricevuto grandi consensi sia da parte dei piloti,sia da tutti i team peresenti.E’ un format che viene riproposto anche quest’anno con un incremento di prove che si teranno fanche fuori dal circuito,nelle valli bergamasche:”Giuseppe Redaelli, presidente dell’Autodromo Nazionale di Monza:”siamo orgogliosi di ospitare per la seconda volta consecutiva l’ultima tappa del mondiale WRC.Terzo evento mondiale nel tempio della velocità, dopo il Mondiale FIAWEC, ed il G.P.D’Italia a settembre.Un impatto fortemente positivo sull’economia del territorio e della Regione che rappresentano un importante traino per lo sviluppo del turismo.Il WRC sarà anche un’importante occasione per dare un messaggio sul tema impatto della sostenibilità ambientale,sul quale ACI e SIAS e organizatori propongono molta attenzione.Già nel 2020 èstato attuato un programma di politica ambientale,ed è valso il riconoscimento 1Star da parte della FIA,ed anche per quest’anno è quello di continuare sulla stessa linea,e con altre iniziative a supporto della causa,realizando campagne informative di comunicazione per sensibilizare sul tema.Il Forum8 ACIRALLYMONZA mira ad essere uno spettacolo sia in pista che fuori,e festa per tutti i tifosi.Saranno aperte le tribune al 75% come da protocollo Covid-19.Il pubblico avrà  accesso a diverse aree di di interesse sportivoed intrattenimento,quali il Pirelli Village,e la zona dedicata al parco assistenza:”Antonio Turitto direttore del Forum8ACIMONZA:”dichiara abbiamo cercato di mettere insieme un Rally degno di una finale di campionato  del mondo in meno di 2 mesi ritengo che ci siamo riusciti.REGOLE  E LINEA PER LA SICUREZZA :Evento aperto al pubblico che potrà entrare all’Autodromo Nazionale di Monza durante i 4 giorni dell’evento PRESENTANDO IL GREEN PASS EUROPEO e acquistando il biglietto d’ingresso che permetterà l’accesso a tutte le tribune aperte lungo le PS.con una capienza massima del 75% dei posti a disposizione alle misure COVID-19 ATTUALMENTE IN VIGORE.Le prove esterne che si svolgono nerlle provincie di Bergamo avranno accesso gratuito solo nelle aree individuate  appositamente per gli spettatori che dovranno seguire un rigoroso regolamento di sicurezza(VISIBILE SUL SITO acirally.com.In autodromo ci sono 2 aree divertimento per il pubblico.La prima area è collocata all’interno del Parco assistenza nel paddock ed è accessibile con un biglitto aggiuntivo VIP al costo di 10 Euro.La seconda area dedicata al divertimento si chiama Pirelli Village,ed è posizionata nell’area Green vicino all’ingrsso pista,gli spettatori potranno intrattenersi tra attività e stend informativi.Ci sarà un’area simulatori un maxischermo,poi stend di Regione Lombardia e stend di regione Sardegna,un’area dove si potrà ammirare vetture storiche della Fondazione Macaluso.Come contorno alla manifestazione ci sarà RUOTE NELLA STORIA con incontri coltulari dedicato agli appasionati di auto e moto storiche,evento organizato per la tappa milanese da ACI Storico e Automobile Club Milano.Sabato 20 Novembre alle 9.15,i partecipanti partiranno dalla sede dell’ACI Milano,transitando da Largo Ascari arriveranno in autodromo con la loro vettura d’epoca,sportiva e di rally.                                                                                                            Foto e Testo:Roberto Beretta

 

Campionato Italiano GT Endurance Monza 2021

Si è concluso nel tempio della velocità,all’ Autodromo Nazionale di Monza il campionato Italiano Gran Turismo Endurance.Il quarto ed ultimo round che deve assegnare i titoli per la stagione 2021.Nelle prime libere del venerdi mattina il più veloce è Filip Salaquarda con l’Audi R8 LMS di Audi Sport Italia in 1.48.908 con pista asciutta.Libere 2 ottiene la miglior prestazione pomeridiana Sean  Hudspeth con la Ferrari 488 GT3 Evo di AF Corse in 1.48.360.Libere 3, dalle 8.30 alle 9.15 con pista umida è di Mattia Drudi con l’Audi R8 LMS di Audi Sport Italia  il miglior tempo fermando il crono in 1.47.806 migliorando ulteriormente i tempi del venerdi.Prove ufficiali,in Q1 la miglior prestazione è di Riccardo Agostini con Audi R8 LMS di Audi Sport Italia in 1.47.609.In Q2  è del compagno di squadra Lorenzo Ferrari in 1.47.781.In Q3 Alberto Di Folco con la Lamborghini Huracan GT3 Evo di Imperiale Racing in 1.46.657 miglior crono in assoluto della giornata e pole position.Il via della 3 ore è per domenica alle 13.45 con pista umida e con lieve pioggia.Parte bene dalla pole la Lamborghini Huracan N°63 con alla guida Amici che mantiene la prima posizione mantenendala fino ai primi pitstop,qualche piccolo contatto nel gruppetto degli inseguitori.Al primo stint Amici lascia il volante al compagno di squadra il pilota Britannico Stuart Middleton che mantiene il comando della gara.Nel terzo ed ultimo stint è la volta di Alberto Di Folco che allunga ulteriormente sugli inseguitori di oltre 30 secondi sulla Ferrari N°27 di Gai ,Zampieri, e 50 sull’Audi di Mattia Drudi.Questo non è bastato ai 3 piloiti dell’Imperial Racing per vincere gara e tiotolo 2021.Acirca 20 minuti dalla conclusione gara arriva la pioggia.La sosta ai box per montare gomme rain per entrambi gli equipaggi  ha permesso a Drudi di uscire per primo dalla corsia box e di prendere il comando della gara e mantenerla sino alla bandiera a scacchi. Conquistano il campionato Italiano Gran Turismo Endurance 2021  i tre piloti Audi Sport Italia, Mattia Drudi,Lorenzo Ferrari e Riccardo Agostini.                                           Foto e Testo:Roberto Beretta                                                                                     CLASSIFICA GARA

European Le Mans Series Portimao 2021 Gara

Prende il via alle ore 13  il sesto ed ultimo round dell’European Le Mans Series a Portimao.Dalla pole parte bene Charles Milesi con l’Oreca 07 Gibson del Cool Racing tiene il comando per la prima parte di gara.Dopo 40 minuti l’incidende occorso a Memo Rojas pilota dell’Oreca del Duqueine Team,che alla curva 15 in piena velocità perde la ruota posteriore sinistra la vettura continuava a girare su se stessa e prima di andare contro il muretto della corsia box veniva evitata per poco dalla Ligier LM P3 del team Virage,dietro la Ligier  LM P3 delI’1AIM Villorba Corse con il pilota greco Andreas Laskaratos nel tentativo di evitarlo centrava a forte velocita  le gomme di protezine davanti al muretto entrata corsia box.Piloti fortunatamente illesi mentre la Ligier è pratricamente distrutta.La gara dopo un paio di giri con la safety car veniva fermata con la red flag per circa 45 minuti per pulire per bene la pista.Alla ripartenza della gara è Charles Milesi al comando della gara.A metà gara dopo i pitstop i tecnici anno dovuto cambiare le strategie per la lunga sosta, passano al comando le 2 Oreca di United Autosports con Jonathan Aberdein seguito dal compagno di squadra Manuel Maldonado.In LM P3 è battaglia per la prima posizione tra Rob Wheldon con la Ligier di United Autosports e Mathieu de Barbut con la Duqueine del DKR Engineering.In LM GTE è la Ferrari 488 di Iron Lynx con Matteo Cressoni che conduce la gara.Alla terza ora di gara e la terza sosta per cambio pilota e rifornimento.Tom Gamble con l’Oreca di United Autosports prende il comando della gara che lo terrà fino alla bandiera a scacchi In LM P3 è la Duqueine i DKR Engineering con Laurents Hòrr al comando di categoria, mentre in LM GTE è la Porsche 911RSR di Proton Competition con Richard Lietz che conducono la gara.Ultimi colpi di scena prima della bandiera a scacchi, in LMP2  vede trionfare Tom Gamble con l’Oreca di United Autosports, in LMP2 Pro Am nella nuova categoria successo e titolo per il team Cool Racing.Vittoria e titolo anche in LM P3 per il team DKR Engineering con la Duqueine M30 D08 Nissan ed il pilota  Laurents Hòrr.In LM GTE vittoria e titolo per la Ferrari 488 di Iron Lynx con Matteo Cressoni,Rino Mastronardi e Miguel Molina.           Foto e Testo:Roberto Beretta     L’ordine di arrivo definitivo della 4 ore di Portimao

Michelin Le Mans Cup Gara Portimao 2021

Il sesto ed ultimo round della Michelin Le Mans Cup svoltosi nell’Autodrmo Internacional do Algarve in Portimao,la domenica mattina (solitamente MLMC corre il sabato pomeriggio) è stato ricco di molti colpi di scena.In griglia di partenza non riesce a scendere in pista Antoine Doquin la sua Ligier non vuole mettersi in moto quindi il pole del sabato parte dalla corsia box.Al via è la Duqueine del WTM by Phoenix con Thorsten Kratz a prendere il comando della gara,alla curva 3 un contatto fra Miguel Cristovao con la Ligier del Team Virage e Charles Crews.In GT3 con il titolo a squadre già assegnato alla Ferrari 488 di Iron Lynx, c’è da assegnare il titolo piloti.Un ulteriore colpo di scena la Ferrari 488 di Gabriele Lancieri è costretta a rientrare ai box per una foratura,passa cosi al comando Julien Andlauer con la Porsche 911 GT3 del team Pzoberer Zùrichsee by TFT.Dopo un qundicina di minuti circa altro contatto in curva 1 che vedeva coinvolte 3 vetture con la Duqueine M30 D08 Nissan di Marc Krader andare in ghiaia,e la direzione gara era costretta ad intervenire con un Full Corse Yellow.Dopo la ripartenza altro colpo di scena con la Porsche 911 di Leutwiller veniva in contatto con la duqueine del DKR Engineering.Passano cosi al comando le Iron Dames con la Ferrari 488 pilotata da Manuela Gostener e possibili vincitrici tel titolo piloti.Dopo i pit stop al comando passa nelle LM P3 la Ligier JS P320 Nissan N°6 con  Mathias Beche del Phoenix Racing.Circa a una mezz’ora dalla conclusione altro colpo di scena la Ferrari 488 delle Iron Dames con al volante Dorine Pin rientra ai box con il motore che singhiozzava appena si è fermata un principio di incendio poi il ritiro,passava a condurre la Ferrari 488 con Paolo Ruberti che la portava alla vittoria di categoria che però non bastava per il titolo piloti che se lo aggiudicava giungendo secondo Nicolas Leutwiller con 107 punti in classifica generale.In LM P3 primo successo per il team Phoenix Racing che tagliano il traguardo con Mathias Beche e John Loggie con la Ligier JS P320 Nissan.Titolo squadre e piloti vanno al Nielsen Racing e ai piloti Colin Noble e Anthony Welss.Si è chiusa cosi la sesta stagione della Michelin Le Mans Cup, ricordando che la Michelin riconferma la sponsorizazione ancora per 3 anni  al campionato.               Foto e Testo: Roberto Beretta                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                       .L’ordine di arrivo